Quando le vitamine furono create sinteticamente, i loro fondatori potrebbero non aver previsto il grado in cui sarebbero diventate parte della vita quotidiana. Sembra strano pensare che la vitamina C, la prima vitamina creata in laboratorio, sia stata davvero sintetizzata nel 1935. Il mondo era un posto completamente diverso allora - molte persone mangiavano e cucinavano cibi sani e ben bilanciati in casa.

Cosa sta succedendo?

Il ritmo di vita era ordinato. Il lavoro non era la forza dominante ed esigente di adesso. Immagini di donne magre come ossa non erano affisse sulle copertine delle riviste. In tutto, sembrava esserci un rapporto più sano con tutto il corpo e con ciò che era necessario per prendersene cura. Andiamo avanti fino ad oggi, e le vitamine sono disponibili al supermercato. Sembrano adattarsi bene alle esigenze della nostra società contemporanea.

Abbiamo sicuramente bisogno di ogni piccolo aiuto per tenere il passo con ciò che ci viene richiesto. Ma alcune cose buone sono venute dallo sviluppo e dall'approvazione degli integratori vitaminici. Una forte comprensione è l'effetto che i nutrienti come le vitamine non possono solo prevenire le malattie, ma possono davvero prendersi cura di alcune.

Buono a sapersi

Per esempio, nel lontano 1747, la gente capì che gli agrumi come i limoni potevano aiutare gli individui con lo scorbuto. Ma non era considerato molto credibile nella corrente principale. Anche se coloro la cui vita dipendeva da questo, quelle persone che facevano lunghi viaggi in mare, capirono questo fatto e lo usarono bene, anche se non era una politica ufficiale. Il gruppo di integratori spesso indicato come vitamina P sono in realtà vitamine.

Si tratta di bioflavanoidi, che aiutano a mantenere sani i capillari e i vasi sanguigni. I bioflavaoidi aiutano anche a prevenire il gonfiore e il sanguinamento e sostengono il sistema immunitario, prevenendo le malattie. Si trovano spesso nelle stesse zone della vitamina C, come la buccia e il midollo degli agrumi, l'uva, la papaia e le ciliegie. Si trovano anche in cipolle, peperoni e aglio. In realtà produciamo due vitamine nel nostro intestino: la biotina e la vitamina K. Sono prodotte dai batteri "buoni" che tengono a bada anche i batteri nocivi, il lievito e altri germi.

Sistema immunitario

Quando la popolazione batterica del nostro intestino è squilibrata, tra le cose che vengono colpite c'è la nostra capacità di creare queste vitamine. Ecco perché i probiotici sono così significativi. La biotina è conservata nella pelle, e se siamo alla luce del sole, diventa una fantastica fonte di vitamina D. La vitamina K è essenziale per la salute delle ossa. La niacina, una delle vitamine del gruppo B, è fantastica per l'affaticamento, l'irritabilità e i problemi digestivi. Questo è il risultato di come migliora la nostra capacità di assorbire i nutrienti dal cibo.

La niacina si trova in arachidi, formaggio, manzo, fegato, pollo, uova, pesce e cereali integrali. La sindrome metabolica è una condizione in cui le persone hanno la pressione alta, livelli di glucosio più alti, alti livelli di grassi nel sangue e livelli ridotti di colesterolo sano. Spesso è difficile per gli individui con sindrome metabolica eliminare il peso, ma più seriamente, se può svilupparsi in diabete e malattie cardiovascolari. Ma gli scienziati hanno scoperto che una dieta ricca di magnesio ha ridotto il rischio di sviluppare la sindrome metabolica fino a 31%. Il magnesio si trova nelle verdure verdi, avocado, cereali integrali.