Dovrei fare il vaccino antinfluenzale o è solo un altro colpo al braccio? Se ricevere o meno il vaccino antinfluenzale è una di quelle domande di cui si discute ogni anno nello stesso periodo in cui le decorazioni di Halloween iniziano a comparire nei cortili delle persone. La gente esamina i vantaggi e gli svantaggi di fare il vaccino sull'autobus, in metropolitana, per strada, al lavoro, a pranzo e in qualsiasi altro posto dove due o più persone si riuniscono.

Cosa sta succedendo?

Il dibattito comincia a diventare parte anche delle notizie. Alcune persone oggi credono che il vaccino antinfluenzale sia essenziale e faranno del loro meglio per assicurarsi di averne uno. Altre persone pensano che sia uno spreco di denaro e di tempo, oltre ad essere una puntura nel braccio di cui non hanno bisogno. Se si riceve un vaccino antinfluenzale è una decisione personale, ma i dati dei Centri per il controllo e la protezione delle malattie raccomandano che particolari gruppi di individui ad alto rischio si vaccinino ogni anno.

Mia madre è nella categoria ad alto rischio. Ha più di 65 anni e fa la dialisi ai reni. A tutti nel suo centro di dialisi è stato offerto un vaccino antinfluenzale per un servizio, in modo che tutti nel centro siano stati protetti. Anche gli operatori sanitari che lavorano nel centro hanno ricevuto il vaccino antinfluenzale. Inoltre si consiglia agli individui dai 50 ai 64 anni di fare il vaccino antinfluenzale, anche se questo gruppo di età non è considerato ad alto rischio.

Prendere nota

Il vaccino antinfluenzale è raccomandato anche per le persone che entrano abitualmente in contatto con persone nel gruppo ad alto rischio, come gli operatori sanitari che lavorano nel centro di dialisi di mia madre. Poiché sono una badante di mia madre, mi è stato raccomandato di fare il vaccino anche a me. Anche se non sono un forte sostenitore del fare o non fare il vaccino antinfluenzale, l'ho fatto solo nel caso in cui potesse impedirmi di prenderlo e di trasmetterlo a mia madre.

Altri membri della mia famiglia hanno opinioni diverse sull'opportunità o meno di fare il vaccino antinfluenzale, anche se, a differenza di me, il resto della mia famiglia sembra avere una forte opinione in un modo o nell'altro. Anche se sia mia madre che mio padre ricevono il vaccino antinfluenzale ogni anno e credono fortemente nel farlo, mia zia non riceve mai il vaccino. Ha 82 anni e sta bene. Mia figlia vive in un dormitorio universitario. La facoltà raccomanda il vaccino antinfluenzale per tutti gli studenti che vivono nei dormitori (non è un cattivo pensiero nella mia mente, perché un dormitorio universitario può essere un focolaio di germi o sembra così quando guardo in alcune delle stanze dei dormitori molto disordinate), ma mia figlia non fa il vaccino antinfluenzale e non si è mai ammalata di influenza durante i 3 anni in cui ha vissuto nel dormitorio.

Vediamo...

I miei suoceri fanno entrambi il vaccino ogni anno, ma i nonni di mio marito no. E mio figlio maggiore è determinato a non fare il vaccino per l'influenza. Se si deve ricevere un vaccino antinfluenzale, il momento ideale per riceverlo è dalla seconda parte di settembre alla metà di novembre, anche se ottenere un vaccino antinfluenzale in qualsiasi momento durante la stagione darà comunque una certa protezione contro l'influenza o l'influenza. Ma il vaccino antinfluenzale non fornisce a nessuno protezione o potenza contro l'influenza per circa due settimane dopo averlo fatto.

E per ricevere la massima protezione contro l'influenza un individuo ha bisogno di fare il vaccino ogni anno. La stagione dell'influenza va approssimativamente da novembre ad aprile, anche se gennaio-febbraio sembra essere il periodo di punta di questa stagione influenzale. Questo è quando comincerete a sentire i rapporti sulle informazioni su quali porzioni di America stanno riportando un gran numero di casi di influenza.

Cosa c'è in un vaccino antinfluenzale?

Varia annualmente. In America il Public Health Service decide quali sono i tre ceppi dell'influenza che più probabilmente si diffonderanno e saranno un problema durante la prossima stagione influenzale. I virus purificati di questi tre ceppi vengono coltivati in colture di uova che non sono infettive e dormienti. Questi virus purificati sarebbero il vaccino antinfluenzale o la vaccinazione antinfluenzale.

L'iniezione stimola una risposta immunitaria che si dice fornisca all'individuo circa una protezione 70% contro questi ceppi dell'influenza. Perché alcuni professionisti della salute credono che fare il vaccino antinfluenzale sia così importante? Una ragione è che l'influenza è abbastanza contagiosa. Può anche essere abbastanza mortale. È la quinta causa di morte tra gli anziani e uccide fino a 70.000 persone all'anno.

Conclusione

Se fare il vaccino antinfluenzale è qualcosa che solo tu puoi decidere. Considera i pro e i contro e determina ciò che è appropriato per te. Disclaimer: questa guida è solo a scopo educativo e non ha lo scopo di diagnosticare o curare malattie e disturbi, né di dispensare consigli sulla salute.